Quattro libri



Quattro Libri di Confucianesimo ( cinese tradizionale :四書, Cinese :四书, pinyin : Sishu) (non per essere confuso con i quattro grandi romanzi classici della letteratura cinese ), sono i testi della letteratura classica cinese selezionati da Zhu Xi , nella dinastia Song , come testi di introduzione al confucianesimo .

I quattro libri sono: grande conoscenza , dottrina della mediocrità , analoghi di Confucio e Mencio . I quattro libri erano i testi di base degli esami imperiali sotto la dinastia Ming e la dinastia Qing.

Grande Conoscenza

Il libro di Grande Learning ( cinese tradizionale :大學, cinese semplificato :大学, pinyin : Da Xue , a volte “Big Science”, “Grande Learning” o “Big Study”) era uno dei ” Quattro Libri ” del Confucianesimo dal il 12 ° secolo fino al 1905 formò il nucleo dell’agenda dell’esame imperiale cinese . I “Quattro libri” furono selezionati dal neo-confuciano Zhu Xi durante la dinastia Songcome introduzione fondamentale al confucianesimo. Il suo commento sul libro ha fornito ulteriore supporto agli ideali confuciani.

La Grande Conoscenza è diventata un capitolo del Classico dei Riti , noto anche come Li Chi o Li Ji, che è uno dei Cinque Classici .

La Grande Conoscenza consiste in un succinto testo principale attribuito agli insegnamenti di Confucio più dieci capitoli di commento attribuiti a uno dei suoi discepoli, Zengzi . L’essenza del libro era di Confucio, anche se il testo è stato scritto dopo la sua morte. L’analisi letteraria ha suggerito che il testo risale alla dinastia Song.

Insegnamenti principali

  • Raggiungere uno stato di equilibrio e perfezionare la nostra moralità in modo che sia un riflesso del Tao (Via).
  • Ampio riposo e riflessione per raggiungere la pace della mente. Quando uno è calmo e riflessivo, il percorso sarà rivelato a lui.
  • Stabilire priorità e sapere cosa è importante nella nostra ricerca della perfezione morale, poiché ci consente di concentrarci su ciò che è di maggiore importanza e su ciò che è in accordo con il percorso indicato negli insegnamenti di Confucio.
  • Dobbiamo portare i nostri affari e le nostre relazioni in ordine e armonia. Se si spera di ottenere l’ordine nello stato, si deve prima portare la propria famiglia e la propria vita personale in ordine attraverso l’autodidatta, espandendo la nostra conoscenza e “investigando le cose”.
  • Ogni persona è capace di imparare e di essere autodidatta, indipendentemente dal suo stato sociale, economico o politico. Ciò, a sua volta, significa che il successo nella conoscenza è il risultato dello sforzo dell’individuo contro l’incapacità di apprendere.
  • Uno deve considerare l’educazione come un sistema complesso e interrelato, in cui deve lottare per l’equilibrio. Nessun aspetto della conoscenza è isolato dal resto e il fallimento in un solo aspetto del nostro apprendimento porterà al fallimento dell’insegnamento nel suo complesso.

Dottrina della mediocrità

La dottrina della mediocrità (in cinese :中庸, pinyin : zhōng YONG ) è un libro neoconfuciano che sviluppa il concetto di mediocrità (o media) attribuito Zisi (o Kong Ji), l’ unico nipote di Confucio . Il termine deriva da un verso degli Analects , che dice:

Il Maestro [Confucio] disse: la virtù incarnata nella Dottrina della mediocrità è del primo ordine. Ma è sempre stato insolito tra le persone.

Dottrina della mediocrità, 6:26

Tuttavia, gli Analects non estendono il significato di questo termine. La dottrina della mediocrità appartiene al compianto canone confuciano del movimento neo-confuciano compilato da Zhu Xi , e approfondisce profondamente il significato del termine, così come il modo di applicarlo alla propria vita.

Il libro mostra punti in comune con il classico concetto greco di Aristotele chiamato medium dorato .

Interpretazione

La dottrina della mediocrità è un testo ricco di simbolismo e l’orientamento al perfezionarsi. Midlife è anche descritta come “perno che non oscilla” o “Chung Yung”. Chung significa che non è piegato in un modo o nell’altro e Yung significa invariabile. 1 Nella traduzione inglese di James Legge, l’obiettivo della mediocrità è di mantenere l’equilibrio e l’armonia per dirigere la mente verso uno stato di equilibrio costante. Coloro che seguono la mediocrità sono sulla via del dovere e non dovrebbero abbandonarlo. Una persona superiore è cauta, un’insegnante gentile che non mostra disprezzo per i suoi inferiori, che fanno sempre ciò che è naturale per loro in base alla loro situazione nel mondo. Anche uomini e donne comuni possono portare la mediocrità alle loro pratiche, purché non superino il loro ordine naturale. 2

Secondo l’Enciclopedia Britannica, la dottrina della mediocrità può rappresentare moderazione, rettitudine, obiettività, sincerità, onestà e decoro. 3 Il principio guida della mediocrità è che non si dovrebbe mai agire eccessivamente. La dottrina della mediocrità è divisa in tre parti:

  1. L’asse – metafisica confuciana
  2. Il processo – Politica
  3. Perfetto / Sincerità mondo – Etica 1

La prima tesi di Tsze Sze (1951: pp. 99) 1 descrive la sua connessione:

Ciò che il cielo ha organizzato e sigillato è chiamato natura innata. La realizzazione di questa natura è chiamata processo. Il chiarimento di questo processo [di comprendere o rendere comprensibile questo processo] è chiamato educazione

Traduzione di Pound (1951)

La dottrina del medium scritta da Zisi non è conforme alle tradizioni dei neo-confuciani, ma piuttosto alla tradizione della filosofia taoista che credeva nell’equilibrio della natura (Yin Yang) attraverso la moderazione in tutte le cose. Questa filosofia era molto più aperta di qualsiasi cosa consentita nella società neo-confuciana. 4

Analects of Confucius

Analoghi di Confucio .

Gli Analects raccolgono una serie di discorsi che Confucio ha dato ai suoi discepoli e le discussioni che hanno tenuto tra loro. Il titolo originale in cinese , Lun Yǔ , significa “discussioni sulle parole” (da Confucio).

Scritti durante il periodo primaverile e autunnale , gli Analects sono la più grande opera del confucianesimo . Continuano ad avere influenza tra i cinesi e in alcuni paesi asiatici anche oggi.

Il lavoro e la sua influenza

Negli Analects , i capitoli sono raggruppati per temi individuali. Tuttavia, non seguono alcun ordine speciale. In effetti, i capitoli sembrano totalmente casuali con temi in capitoli correlati che non hanno alcun tipo di relazione tra loro.

Sembra chiaro che il libro non sia stato scritto da un singolo autore ma è opera di diversi discepoli di Confucio che hanno compilato i loro insegnamenti anni dopo la morte del loro insegnante.

Gli Analects hanno notevolmente influenzato la filosofia e l’etica dei cinesi . Includono i principi di base di Confucio: decenza, giustizia, lealtà e pietà filiale.

Per oltre duemila anni, gli Analects hanno fatto parte degli studi delle scuole cinesi poiché si riteneva che nessun uomo potesse raggiungere un buon livello morale e intelligenza senza conoscere il lavoro di Confucio. La conoscenza degli Analetti era anche essenziale per superare gli esami imperiali che ogni funzionario della corte imperiale doveva superare.

Mencio

Mencio .

Ji Mengke (姓孟軻), chiamato in l’ Occidente Mencio (di孟子, pinyin Mèngzǐ, Wade-Giles Meng Ke, letteralmente “Maestro Meng”), (370 aC – 289 aC ..) è stato un filosofo cinese , il più eminente seguace del confucianesimo . Nel suo lavoro, noto come Mengzi , difende che l’uomo è buono per natura e deve essere in grado di sviluppare un comportamento ragionevole e dritto. Secondo a questo pensatore, nel cuore di ogni essere umano ci sono quattro sentimenti naturali o tendenze che guidano per la strada giusta:

  1. la sensazione di compassione
  2. la sensazione di vergogna
  3. la sensazione di rispetto e modestia
  4. la sensazione di discernimento (ciò che è giusto e ciò che è sbagliato).

Questi sentimenti sono una specie di radici, coltivati, sviluppare le virtù di benevolenza, giustizia, civiltà e saggezza. Mencio cercò di influenzare i governanti del suo tempo per creare le condizioni più favorevoli per lo sviluppo delle persone. Nei suoi scritti ha detto che il saggio sovrano è colui che si prende cura del benessere della sua gente:

Intelligent sovrano produzione organizza i suoi sudditi in modo che possano supportare il padre e la madre, i suoi figli e le mogli, che in anni buoni può mangiare al vostro gusto, e male, non morire di fame. Una volta raggiunto questo obiettivo, li dirigerà verso la pratica del bene e il popolo lo seguirà. (Mengzi, IA 7)

Pensiero politico

Mencio ha sottolineato l’importanza dei comuni cittadini all’interno dello Stato . Mentre il confucianesimo ha avuto in generale una grande considerazione per i governanti, ha sostenuto che essa è accettabile per i soggetti stese o addirittura assassinare il sovrano che ignora i bisogni delle persone e delle regole con durezza, come un sovrano che non esclude con la giustizianon è più un vero dominatore. Egli ha anche detto che, durante il periodo del periodo primaverile e autunnale , non v’è nessuna guerra giusta.

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un c The Great Digest e Unwobbling Pivot 1951
  2. Torna su↑ Internet Sacred Text Archive, 2008
  3. Torna all’inizio↑ Encyclopedia Britannica, 2008
  4. Torna in cima↑ Arthur H Tafero Professor Jimei University Xiamen, PRC
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *