Magatama



Il Magatama ( 勾 玉 o 曲 玉 ) sono perle emerse in Giappone durante l’ era Jōmon .

Questi oggetti possono essere trovati generalmente sepolti in tumuli mortuari come offerte alle divinità. Continuano la loro popolarità con l’avvento delle élite governative dell’era Kofun in Giappone e sono solitamente indicati come indicativi della dinastia Yamato . Sono composti principalmente da giada ( 翡翠 ), agata ( 瑪瑙 ), quarzo ( 石英 ), talco ( 滑石 ) e diaspro ( 碧玉 ). 1

Yasakani no Magatama

Un magatama eccezionale è lo Yasakani no Magatama, uno dei tre tesori imperiali del Giappone. Spade, specchi e gioielli (magatama) erano oggetti comuni che i governanti regionali avevano come simbolo della loro posizione sin dal periodo Yayoi in Giappone, e il loro uso era più diffuso nel periodo Kofun , come dimostra la loro presenza nei tumuli funerari. tempo. In origine c’erano due insegne imperiali, lo specchio Yata no Kagami e la spada Kusanagi no Tsurugi, ma il magatama fu aggiunto come terzo dal periodo Heian .

Il Yasakani no Magatama è archiviato nella Kashiko-dokoro, il santuario centrale del Palazzo Imperiale di Tokyo, ed è usato nella cerimonia di insediamento del nuovo imperatore del Giappone. Sulla base della leggenda che ciascuno dei tesori erano un dono degli dei, conosciuti come “i tre preziosi figli di Izanagi no Mikoto” Amaterasu Okami ha dato lo specchio, Takahaya Susanoo diede la spada e Tsukuyomi no Kami ha dato la collana o il gioiello (magatama) come simbolo di approvazione del nuovo imperatore.

Attualmente solo Yasakani no Magatama è l’unico tesoro imperiale originale utilizzato, la spada e lo specchio sono repliche, sono utilizzati al IX secolo e gli originali sono conservati memorizzati in altri santuari, lo specchio è stato danneggiato più volte a causa di numerosi fuochi e le loro ceneri sono stati utilizzati per creare una replica, che è ciò che è attualmente utilizzato nella cerimonia. Nel 1185, il clan Taira tentò di gettarsi in mare per sparire la spada e lo specchio nello Stretto di Shimonoseki , alla fine della battaglia di Dan-no-ura . La spada è stata persa, ma lo specchio è stato recuperato dai subacquei.

Vedi anche

  • Tesori Imperiali del Giappone
  • Kusanagi no tsurugi , rappresentante del Tesoro Imperiale di Susanoo
  • Yata no Kagami , il rappresentante del tesoro imperiale di Amaterasu
  • Mitologia giapponese
  • shinto
  • Tomoe

Riferimenti

  1. Torna su↑ Le cerimonie di intronizzazione giapponesi di Daniel Clarence Holtom, Sophia University , 1972, e altri libri su Magatama.
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *