Idolo di Mikeldi



L’ idolo Mikeldi è una scultura zoomorfa arenaria si trovano in Durango , Paesi Baschi ( Spagna ) 1 raffigurante un maiale o un toro che incorpora tra le gambe di un disco. 2 La datazione è incerta (alcune teorie indicano la Seconda Età del Ferro tra il IV e il II secolo aC). 3 prende il nome della cappella accanto alla quale è stato trovato, San Vicente di Miqueldi.

E ‘la rappresentazione di un quadrupede, toro o di cinghiale di 1.560 chili e un volume di 0,625 metri cubi, in pietra arenaria Gallanda, nei pressi del ritrovamento, che ha un disco tra la zona gambe. Nessuna traccia di iscrizioni anche se c’era la testimonianza che le testimonianze ratificato da uno studio a tre – studio tridimensionale, laser e scansione eseguiti in maggio 2013. 4

È stato datato all’età del ferro e si ritiene abbia uno scopo funerario. È un pezzo unico nel Paese Basco, essendo abbastanza comune nell’altopiano castigliano. 5

È simile ai verri di pietra dei vetones ; La principale differenza con queste sculture è il disco solare (o lunare) 2 che si tiene sotto il proprio corpo. È esposto nel Museo basco di Bilbao . 1

Storia

Nel 1634 Gonzalo Otalora e Guitssas nel suo libro micrologia di Merindad di Durango parlare dell’esistenza di questo idolo, descrivere e indicando l’esistenza di “notabili e non intesa” caratteri così come la loro età.

Em 1864 Juan Ernesto Delmas riscopre l’idolo e vuole trasferirsi in modo dignitoso, ma il proprietario delle forze di terra per essere ri-sepolto. Nel 1896 fu collocato accanto alla casa vicino all’eremo di San Vicente, l’operazione fu portata avanti dal proprietario della casa, Saturus de Isusi.

Nel 1920 il direttore del museo archeologico di Bilbao, Jesús Larrea, ha ottenuto il permesso dal proprietario del terreno per trasferire l’idolo per il museo, lasciando una replica dello stesso Durango. 5 Il pezzo va in deposito e interpretato da José Patricio Ortueta di Durango industriale Sagastagoya Larrañaga e Aguirre Subito dopo gli sforzi dello scrittore Federico Belausteguigoitia Landaluce, essere esposti al pubblico al centro del chiostro del museo dal 1921. 6

Al 23 Settembre 1969 Mikeldi SA (società Larrañaga, Ortueta y Cia. SA dedicata alla produzione di rivetti, viti e dadi) proprietari Idol, mostrano che il Consiglio provinciale accoglierebbe con favore il pezzo è stato trasferito a Durango. Il 19 aprile 2016, il consiglio comunale di Durango ha accettato di iniziare le conversazioni con il museo archeologico di Bilbao per il suo trasferimento in città. 7

Vedi anche

  • Cinghiale di pietra

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:c Città di Durango (a cura di). «Idolo di Mikeldi» .
  2. ↑ Vai a:un b Ortiz-Osés 2007 , p. 86.
  3. Torna all’inizio↑ Aranbarri, Marta (8 aprile 2010). «L’idolo torna a Mikeldi» . Daily The Mail .
  4. Torna su↑ [Uno studio 3D può rivelare antiche iscrizioni nell’idolo di Mikeldi Medio: El País. Autore: EFE Data: 23 settembre 2013]
  5. ↑ Vai a:b Duranguesado Breve storia. Autore: Jon Irazabel. Modifica: Gerediaga elkartea . ISBN 978-84-940017-3-42 Deposito legale: SS-1886-2012
  6. Torna su↑ Il Museo basco di Bilbao rettifica e chiarisce che non ha ricevuto l’idolo di Mikeldi come una donazione, ma come un “deposito”. Medio: Magalari. Autore: Iban Gorriti. Data: 2 settembre 2017.
  7. Torna a inizio pagina↑ IL BILBAO MUSEO DI MANCA ALLA VERITÀ · I proprietari di Mikeldi richiesti nel 1969 al consiglio idolo a cedere la città di Durango media: Magalari. Autore: Iban Gorriti. Data: 23 aprile 2016.
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *