Cristallo di lotario



Il Lotario cristallo (noto anche come cristallo Susana ) è un gioiello registrata in Lotaringia in Europa nord-occidentale, che mostra scene della storia biblica di Susana , risalente 855-869. 1 cristallo Lothario è un oggetto nella collezione del British Museum .

Descrizione

L’elemento originale dell’opera è un disco circolare di quarzo chiaro (“cristallo di rocca”), che misura 11,5 centimetri di diametro. È inciso in un intaglio con otto scene raffiguranti la storia di Susana e degli Anziani, raccontata nel libro di Daniele (ma considerata parte degli Apocrifi dai protestanti). 2 Susana appare per la prima volta falsamente accusata e condannata per adulterio dal vecchio. Daniel interviene per chiedere ai vecchi, scopre la sua falsa testimonianza e ottiene la sua esecuzione per lapidazione. Nella scena finale, Susana è dichiarata innocente. Le scene sono accompagnate da brevi iscrizioni inLatino estratto dalla Vulgata . 3

Le stampe sul vetro vengono eseguite nello stile dei primi Reims medievale, energico e distintivo, che ha avuto origine in disegni su manoscritti , come il Salterio di Utrecht . 1 Il cristallo è circondata da una cornice di rame dorato XV secolo con un bordo di fogliame, 3 che in passato attribuito a Sant’Eligio (588 h -. 660), il protettore di orafi . 4

Appuntamenti

Si è incisa sul vetro LOTHARIVS REX FRANCORVM IVSSIT ( “Lotario, re dei Franchi , fatta [disegnare su questo]” 5 ), a quanto pare Lotario II , o “Lothar” in tedesco. 1 Il più grande Lotario si faceva chiamare imperator (imperatore), mentre il più giovane appena si faceva chiamare rex (re), così come il proprietario del vetro; E ‘quindi probabile che è stato creato in tempi di Lotario II, probabilmente circa la metà del IX secolo, facendo di lui un tardo esempio di arte carolingia . 3

Storia

Non si sa nulla della storia del cristallo di Lotario prima del decimo secolo, ma in quel periodo fu promesso tra un conte e un canonico di Reims in cambio di un cavallo. Il canone ha quindi negato il possesso del cristallo. 6 In seguito fu scoperto in suo possesso quando il canone fu rivelato nella cattedrale quando fu incendiato. Come penitenza , fondò l’ abbazia di Waulsort (nel Belgio moderno ), dove il vetro fu conservato fino al XVIII secolo. Durante parte di questo periodo, fu usato dagli abati per allacciare il copricapo durante la messa.

Nel 1793, le forze rivoluzionarie francesi saccheggiarono Waulsort e gettarono il cristallo nella Mosa , presumibilmente rompendolo nel processo. 1 Nel 19 ° secolo fu rubato e i gioielli furono rimossi. 6 Riapparve nelle mani di un mercante belga, che sosteneva di averlo recuperato dal letto del fiume e lo vendette a un collezionista francese per dodici franchi . Passò al politico liberale britannico Ralph Bernal , che pagò 10 sterline per lui. 7 Nel 1855 fu acquistato da Augustus Wollaston Franks su commissione del British Museum ad un’asta della collezione Bernal da Christie’sper 267 sterline. 6

Lotario di cristallo è stato l’oggetto 53 nel programma della BBC Radio 4 , 2010 Una storia mondiale centinaio di oggetti scelti e presentati dal direttore del British Museum, Neil MacGregor .

Interpretazione

Il cristallo è uno di un piccolo numero di gemme carolingie incise create per cerchi attorno alla corte, sebbene la sua forma non assomigli troppo a nessuna delle altre. Una gemma con il ritratto di Lothair che fu probabilmente il suo sigillo personale fu posta cent’anni dopo la sua morte sulla croce processionale di Lothair nella cattedrale di Aquisgrana . 9 Una serie di interpretazioni sono state fatte sulla funzione del cristallo e sul suo significato nella corte della lotteria; Il suo significato non è chiaro ed è stato oggetto di polemiche sviluppate tra gli accademici. 10

Il tema del cristallo suggerisce che intendeva mostrato in tribunale come un simbolo del re ‘s ruolo nel dispensare giustizia. 1 Il suo design può essere un’allusione alla corazza della giustizia indossato dal Kohen Gadol (ebraica Sommo Sacerdote). 4 In base a questa interpretazione, il vetro può essere stato un tentativo di visualizzare visivamente la responsabilità righello per fornire la giustizia, con un parallelo biblico per sollecitare lo per sostenere l’ideale del saggio governo esemplificato dai re giusti dell’Antico Testamento. In alternativa, il tema di cristallo simboleggia un rapporto idealizzato tra Stato e Chiesa, con Susana che rappresenta la Chiesa protetto dai loro nemici le giuste decisioni del sovrano. 10

Valerie Flint ha sostenuto che il cristallo è legato al divorzio amaro di Lotario e di sua moglie Teutberga , da lui accusato di aver commesso incesto e la pratica dell’aborto . Rappresenta una rivendicazione di falsamente accusato di un crimine sessuale moglie, e il tipo di cristallo di rocca con cui è realizzato è stato utilizzato da Franchi come amuleto. Flint suggerisce che il vetro è stato progettato nel 865, quando Lotario aveva una temporanea riconciliazione con la moglie, per servire sia come un rimprovero al re per la sua condotta e come un talismano per allontanare il male alla coppia reale. 11

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:f British Museum. «Cristallo di Lotario» . Una storia del mondo in 100 oggetti . Estratto il 4 giugno 2010 .
  2. Torna a inizio pagina↑ Brown, Louise Fargo; Carson, George Barr (1971). Uomini e secoli di civiltà europea . Ieri Publishing. p. 127b. ISBN  978-0-8369-2100-7 .
  3. ↑ Vai a:d British Museum. «Il cristallo di Lotario» . Catalogo del British Museum . Estratto il 4 giugno 2010 .
  4. ↑ Vai a:un b Kemp, Martin, ed. (2000). La storia di Oxford dell’arte occidentale . Oxford University Press US. p. 94. ISBN  978-0-19-860012-1 .
  5. Torna all’inizio↑ «Cristallo di cristallo di loto» . Una storia del mondo . BBC . Estratto il 16 giugno 2010 .
  6. ↑ Vai a:un c Francis, Sir Frank , ed. (1971). Tesori del British Museum . Londra: Thames e Hudson . ISBN  0-500-20119-6 .
  7. Torna all’inizio↑ Banham, Joanna; Harris, Jennifer (1984). William Morris e il Medioevo: una raccolta di saggi, insieme a un catalogo di opere esposte alla Whitworth Art Gallery, 28 settembre-8 dicembre 1984 . Manchester University Press ND. pp. 65-66. ISBN  978-0-7190-1721-6 .
  8. Torna all’inizio↑ “Franchi, Augustus Wollaston.” Grove Art Online. Oxford Art Online. 4 giugno 2010 <http://www.oxfordartonline.com/subscriber/article/grove/art/T029737 >.
  9. Torna all’inizio↑ Lasko, Peter, Ars Sacra, 800-1200 , Yale University Press, 1995 (2 ° ed.) ISBN 978-0300060485 ; immagine
  10. ↑ Vai a:un b Nees, Lawrence (2002). Arte medievale antica . Oxford University Press. pp. 239-41. ISBN  978-0-19-284243-5 .
  11. Torna in cima↑ Rider, Caroline (2006). Magia e impotenza nel Medioevo . Oxford University Press. p. 35. ISBN  978-0-19-928222-7 .
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *