Wake di Naram-Sin



La scia di Naram-Sin o scia della vittoria fu costruita a Sippar approssimativamente nel 2.250 aC. C. , 2 per commemorare la vittoria del re Naram-Sin , nipote di Sargon I di Acad , sulla tribù dei lullubi dei monti Zagros . 3

Si tratta di un paesaggio collinare con alberi, dove una scena in cui prevale la figura del re Naram-Sin, più grande sviluppa i suoi sudditi e nemici e coronata con un casco con due corna, tipiche degli dei. Re Vittorio piede schiaccia i corpi dei loro nemici, mentre altri due uccisi e alcuni despeñados caduta. soldati accadici da un livello più basso, sollevare la testa in segno di ammirazione e rispetto per il loro sovrano.

La stele fu trovata a Susa . È fatto di pietra arenaria rosa e le sue dimensioni sono 1,05 × 2 m . Attualmente è al Museo del Louvre a Parigi . 4

In questa incisione si osserva una stilizzazione delle figure umane rispetto a quelle rappresentate nella scia degli avvoltoi . 1 C’è una crescente evidenza che indica che la vittoria sopra menzionata sugli antenati dei curdi, i lullubi , non fu un vero evento ma piuttosto un evento di propaganda e auto-glorificazione. 5

Un simile bassorilievo in cui apparve anche Naram-Sin fu trovato a Pir Hüseyin , pochi chilometri a nord-est di Diyarbakir .

Vedi anche

  • Annunaki
  • Impero accadico
  • Statua di Bassetki

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un b Asimov, Isaac (1986). «Gli akkadiani – Il primo impero». Il vicino Oriente . Madrid: Alleanza editoriale. ISBN 978-84-206-3745-7 .
  2. Torna in cima↑ «La Stele del fiume Narâm-Sîn» (in francese) . Estratto il 13 luglio 2014 .
  3. Torna all’inizio↑ Margueron, Jean-Claude (2002). «L’impero di Agadé». Mesopotamia . Fuenlabrada: presidente. ISBN 84-376-1477-5 .
  4. Torna all’inizio↑ Louvre (Arti e architettura) (edizione Könemann). Colonia. ISBN  3-8331-1943-8 .
  5. Torna in cima↑
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *