Statua di Bassetki



La Statua Bassetki è un manufatto archeologico risalente al periodo della dell’Impero accadico che fiorì in Mesopotamia tra il 2350-2100 aC 1 ed è stata trovata nel 1960 vicino alla città di Bassetki in provincia di Duhok , il nord dell’Iraq . La statua, in fusione di rame puro , pesa circa 150 kg e mostra una figura umana nuda seduta su un piedistallo rotondo. Solo la parte inferiore della figura ci ha raggiunto. Il piedistallo contiene un’iscrizione in lingua accadicaindicando che una volta la statua era situata all’ingresso di un palazzo del re accadico Naram-Sin . La statua è stata rubata dal Museo Nazionale dell’Iraq durante l’ invasione dell’Iraq del 2003, ma è stata successivamente ritrovata e restituita al museo.

Scoperta, furto e recupero

La statua di Bassetki fu scoperta negli anni ’60 durante i lavori di costruzione di una rotta tra Duhok , Iraq e Zakho vicino al villaggio di Bassetki nella provincia di Duhok, nel nord dell’Iraq. La statua era uno dei tanti reperti che furono saccheggiati dall’Iraq Museum durante l’ invasione dell’Iraq nel 2003 . Durante il furto, cadde sul pavimento diverse volte, un fatto stabilito da una serie di fessure trovate sul pavimento del museo. E ‘stato posto al n. 2 nella lista dei più ricercati dei 30 pezzi d’antiquariato estratti dal museo. La sua guarigione arrivò dopo il Corpo di Polizia MilitareL’americano farà irruzione in una casa e arresterà tre persone nell’ottobre 2003. Queste persone hanno rivelato la posizione della statua di Bassetki, che si è rivelata coperta da uno strato di grasso per asse e nascosta in un buco cieco . Successivamente è stato salvato ed esposto all’Iraq Museum l’11 novembre dello stesso anno, insieme ad altri 800 piccoli oggetti che erano stati anche rubati. 3

Descrizione

La statua consiste di una figura maschile nuda, seduta, su una base rotonda. La parte superiore del corpo e la sua testa non sono conservati. 4 È stato fuso in puro rameusando il metodo a cera persa . 5 La base della statua ha un diametro di 67 cm e 25 cm di altezza. La parte della figura stessa conservata è alta 18 cm. 6 Il peso della statua è di 150 kg. 2 Secondo diversi studiosi, la statua si distingue per la sua rappresentazione naturalistica del corpo umano. 5 Questo naturalismo è stato un nuovo sviluppo caratteristico del periodo accadico. 4 La statua di Bassetki contiene un’iscrizionecuneiforme in lingua accadica . L’iscrizione riguarda il sovrano accadico Naram-Sin (2254-2218 aC), nipote e terzo successore di Sargon di Acad , fondatore dell’impero. Egli riferisce che, dopo che Naram-Sin avrebbe schiacciato una rivolta molto importante contro di lui, gli abitanti della città di Acad hanno chiesto agli dei di fare di Naram-Sin il dio della sua città, e di aver costruito un tempio per lui nel mezzo di esso 5

Vedi anche

  • Arte della Mesopotamia
  • Wake of Naram-Sin
  • Museo Nazionale dell’Iraq

Riferimenti

  1. Torna su↑ Date in base alla cosiddetta timeline centrale .
  2. ↑ Vai a:un c Russell, John M. (2003). «I parlamentari lo fanno ancora: altre due antichità dei primi 30 sono tornate al museo iracheno» . Pubblicazioni e nuovi media (AIA): 1-3 . Estratto il 23 agosto 2011 .
  3. Torna all’inizio↑ Bogdanos, Matthew (2011). «Ladri di Baghdad: il traffico globale di antichità irachene rubate». In Manacorda, S; Chappell, D. Crimine nel mondo dell’arte e delle antichità: traffico illecito di beni culturali . New York: Springer. pp. 143-171. ISBN 978-1-4419-7946-9 . doi : 10.1007 / 978-1-4419-7946-9_9 .
  4. ↑ Vai a:un b Collins, Paul (2005). «Dal villaggio all’impero: l’ascesa di Sumer e Akkad». In Polk, Milbry; Schuster, Angela MH Il saccheggio del museo iracheno, Baghdad . New York: Abrams. pp. 82-99. ISBN  0-8109-5872-4 .
  5. ↑ Vai a:un c van de Mieroop, M. (2007). Una storia del Vicino Oriente antico, ca. 3000-323 aC . Malden: Blackwell. pp. 68-69. ISBN  0-631-22552-8 .
  6. Torna all’inizio↑ «Tesori persi dall’Iraq – Oggetti» . Database del museo iracheno . Istituto Orientale. 2005 . Estratto il 23 agosto 2011 .
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *