Leona Guennol



La “Leona Guennol” è una scultura mesopotamica di 5.000 anni, lo stesso tempo e l’area geografica in cui è stata inventata la scrittura cuneiforme e sono state costruite le prime città dell’umanità.

Luogo di scoperta

La scultura fu trovata nel 1930 vicino a Baghdad , in Iraq .

Caratteristiche

Misura 8,25 centimetri di altezza, è scolpito in pietra calcarea bianca, manca della metà delle gambe, che si ritiene siano d’argento o d’oro. Il corpo della leonessa è totalmente iper-muscoloso, rappresentando forza e potenza.

Storia

Fu scolpito nell’era dell’Impero Elamita (2700 aC – 539 aC) situato nel sud-ovest dell’Iran attuale e fu acquisito nel 1948 dal collezionista americano Alastair Bradley Martin e sua moglie. Il 5 dicembre 2007 è stato venduto dalla casa d’aste di Sotheby’s a New York per 57,2 milioni di dollari.

Simbologia

Si crede che rappresenti una dea del culto per la sua forma antropomorfa e vigorosa. Si pensa che avrebbe potuto essere usato come una collana come un talismano .

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *