Lamasu del palazzo di Ashurnasirpal II



Il ” Lamasu del palazzo di Ashurnasirpal II “, è una scultura che risale all’anno 883 a. C. e fu scolpito nel tempo dell’impero assiro , che si diffuse attraverso la Mesopotamia nell’area dei fiumi Tigri ed Eufrate .

Trova e Storia

La scultura è stata scoperta nel 1845 dall’archeologo Austen Henry Layard in Nimrud o Kalkhu antica capitale assira, situata lungo il fiume Tigri , circa 30 km a sud est di Mosul in oggi s’ dell’Iraq , e con un altro lamasu classificato come guardiani della la porta d’ingresso alla sala del trono, nel palazzo nord-occidentale dell’imperatore assiro Ashurnasirpal II .

Simbologia

Il Lamasu , chiamato anche Lammasu nella mitologia mesopotamica , è una creatura leggendaria, che possiede l’uomo ‘s testa, leone ‘ s corpo e ali d’aquila. Teneva i templi, (di solito in coppia), per proteggerli dalle forze demoniache.

Caratteristiche

  • Altezza: 3.500 m
  • Larghezza: 3.710 m.
  • Materiale: pietra scolpita in rilievo.
  • Contiene un’iscrizione con le conquiste del re, i suoi ascendenti e titoli.

Vedi anche

  • Impero assiro
  • shedu
  • sfinge
  • Ashurnasirpal II
  • Arte assira
  • British Museum
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *