La regina della notte (rilievo)



L’ altorilievo , The Queen of the Night , chiamato anche ” Relief Burney “, datato tra gli anni 1800-1750 a. C. , fu scolpito al tempo dell’impero paleo-babilonese , sotto il regno di Hammurabi , che si diffuse attraverso la Mesopotamia nell’area dei fiumi Tigri ed Eufrate , l’attuale Iraq .

Storia

Il pezzo viene dal sud dell’Iraq , e arrivò in Inghilterra nel 1924, dove rimase in mani private fino a quando fu acquistato dal British Museum nel 2003 .

Simbologia

Esso raffigura una donna nuda con le ali verso il basso, a indicare che si tratta di un dio degli inferi, poggia sul dorso di due leoni, indossa un copricapo con le corna tipici di divinità mesopotamica , portando in mano una corda simbolo della giustizia, con le gambe che terminano in due artigli come quelli di un uccello di preda, accompagnano anche i rendering due gufi .

Non è noto esattamente a quale divinità rappresenti il ​​rilievo, sono gestite tre possibilità:

  • Ishtar , dea dell’amore e della guerra, della vita, del sesso, della fertilità e protettrice di altri soggetti minori noti anche come Inanna in Sumeria , Anahita nell’antica Armenia ( Urartu ), Astarte in Fenicia e le religioni abramitiche .
  • Ereshkigal , dea degli inferi nella mitologia mesopotamica . Dirige gli inferi con la sua consorte Nergal . Lei è la figlia di Anu e sorella della dea Ishtar , e una volta era una dea celeste. Tuttavia, fu rapita dal drago Kur e portata negli inferi , dove divenne la sua regina.
  • Lilitu , il Demonia noto nella Torah come Lilith e gli ebrei esiliati di Babilonia effettuato la loro fede patria in questa creatura maligna, il cui nome, adattato alla fonetica ebraico come לילית(Lilith), era legato a la parola ebraica parodian ליל , lil , ‘night’.

Caratteristiche

  • Altezza: 49.500 cm.
  • Larghezza: 37 cm.
  • Spessore: 4,8 cm (massimo)
  • Materiale: terracotta .

Vedi anche

  • Babilonia
  • Lilith
  • Ishtar
  • terracotta
  • Hammurabi
  • Arte mesopotamica
  • British Museum

Bibliografia

  • Van De Mieroop, Marc. Una storia del Vicino Oriente antico . Blackwell Publishing: Malden, 2005. ISBN 0-631-22552-8
  • Van De Mieroop, Marc. King Hammurabi di Babylon: A Biography , Blackwell Publishers, 2005
  • Béatrice André-Salvini, Le Code de Hammurabi , Musée du Louvre, Parigi 2003, Collezione «Solo», n ° 27. ( ISBN 2-7118-4731-4 )
  • D. Charpin, Hammu-rabi di Babylone , PUF, 2003
  • H. Klengel, König Hammurabi e Alltag Babylons , 2004
  • Margueron, Jean-Claude (2002). Mesopotamia . Fuenlabrada: presidente. ISBN 84-376-1477-5 .
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *