gorgoneion



In Grecia antica , il gorgoneion ( greca : Γοργόνειον) era in origine un amuleto apotropaico che induce l’orrore, mostrando la testa della Gorgone . 1 Era imparentato con le divinità di Zeus e Atena ; Si dice che entrambi avrebbero indossato un orecchino con questo motivo. 1 Era anche una popolare egida reale, come dimostrato ad esempio nel mosaico di Alessandro e nel cammeo Gonzaga .

Evolution

Omero si riferisce alla Gorgone quattro volte, e ogni volta che menziona solo la sua testa, come se la creatura non avesse corpo. 2 Jane Ellen Harrison osserva che “Medusa è una testa con niente … una maschera a cui un corpo di lui si sporse in seguito”. 3 Fino al V secolo a. C., la testa è stato mostrato come brutto, con una lingua che proietta zanne di cinghiale , guance paffute, loro a fissare le note e bulbi oculari serpenti torcendo intorno.

Lo sguardo frontale diretto, “evidentemente guardando fuori dal suo contesto iconografico e sfidando direttamente l’osservatore” 4 era molto insolito nell’arte greca antica. A volte una barba era attaccata al suo mento (probabilmente a rappresentare tracce di sangue ), il che gli dava l’aspetto di una divinità orgiastica come Dioniso .

La gorgoneia che decorava gli scudi dei guerrieri in vasi greci del V secolo aC C. erano molto meno grotteschi e minacciosi. A questo punto, la Gorgone aveva perso le zanne e i serpenti erano piuttosto stilizzati. 2 Il brano ellenistico noto come Medusa Rondanini illustra l’eventuale trasformazione in una bella donna. 2

Usa

Il gorgoneion appare per la prima volta nell’arte greca all’inizio dell’VIII secolo aC. C. Una delle prime rappresentazioni è uno statere di elettro scoperti durante gli scavi in Pario . 2 Altri esempi dall’inizio dell’VIII secolo a. C. si sono incontrati a Tirinto . Se torniamo indietro nel tempo, c’è un’immagine simile nel Palazzo di Cnosso , datato nel XV secolo aC. C. Marija Gimbutasarriva per sostenere che “la Gorgona risale almeno al 6000 a. C .., come si vede in una maschera di ceramica della cultura Sesklo ». 5

Nel sesto secolo a. C., la gorgoneia del “tipo di maschera da leone” è presente nei templi greci , specialmente nell’area di Corinto e nella sua area di influenza. La gorgoneia nei frontoni era usuale in Sicilia ; probabilmente uno dei più antichi è quello del Tempio di Apollo a Siracusa . 6 Verso 500 a. C, non erano usati per decorare edifici monumentali, sebbene il loro uso sia durato nelle antefazioni di strutture più piccole nel corso del prossimo secolo. 6

Oltre al suo uso nei templi, ci sono immagini della Gorgone in abiti, piatti, armi e monete in una vasta regione del Mediterraneo dall’Etruria alle rive del Mar Nero . Le monete con la figura della Gorgone furono coniate in 37 città, quindi la loro immagine è la seconda in termini di ubiquità numismatica superata solo da alcuni dei dell’Olimpo . 2 Per quanto riguarda i pavimenti a mosaico , il gorgoneion si trovava di solito vicino alla porta di accesso , come protezione contro gli intrusi ostili. Nel Fornaci di Attica, il gorgoneion sulla porta forniva protezione contro gli incidenti. 7

Vedi anche

  •  Wikimedia Commons ospita contenuti multimediali su Gorgoneion .
  • medusa
  • in attesa di

Riferimenti

  1. ↑ Vai a:un b Vassilika, 1998 , p. 20.
  2. ↑ Vai a:un e Potts 1982 , pp. 26-28.
  3. Torna all’inizio↑ Harrison, 1991 , pp. 187-188.
  4. Torna all’inizio↑ Ogden, 2008 , p. 35.
  5. Torna all’inizio↑ Gimbutas, 2001 , p. 25.
  6. ↑ Vai a:un b Marconi, 2007 , pp. 214-217.
  7. Torna all’inizio↑ Harrison, 1991 , p. 189, figg. 27-30.
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *