Annali di bambù



Gli Annali di bambù ( cinese tradizionale :竹書紀年, Pinyin : Zhushu Jinian ), chiamato anche Annals Jizhong ( cinese tradizionale :汲冢紀年), è una cronaca della Cina antica . 1Inizia nei tempi leggendari ( Imperatore Giallo ) e si estende al periodo dei regni combattenti ( V secolo – 221 aC ), in particolare la storia dello Stato di Wei . Ha 13 sezioni.

Testo originale

Il testo originale è stato sepolto con il re Xiang Wei (morto nel 296 aC. ) E riscoperto nel 281 d. C. durante la dinastia Jin ) nella scoperta di Jizhong . Per questo motivo, il libro è sopravvissuto all’incendio di libri ordinati dall’imperatore Qin Shi Huang . Altri testi recuperati dalla stessa tomba includono Guo Yu , I Ching e la Storia del Re Mu .

È stato scritto su strisce di bambù , il consueto materiale di scrittura per il periodo degli Stati Combattenti e che il nome del testo deriva. Come la tomba era nella contea Ji (汲) nel Henan , il libro è anche conosciuta in cinese come Le cronache di tomba di Ji ( Jizhong Jinian汲冢纪年; Jizhong Guwen汲冢古文o Jizhong shu汲冢书).

Il manoscritto di bambù originale fu perso durante la dinastia Song . Il testo era conosciuto attraverso diverse copie (per lo più incomplete). In l’ inizio del XX secolo , Zhu Youceng e Wang Guowei , esaminando risalente pre canzone funziona, le parti principali recuperati dalla versione precedente. V’è un altro nuovo più dettagliata e completa versione stampata nel XIV secolo , ed è stato respinto da alcuni studiosi come un falso, mentre altri considerano che una versione in gran parte autentica del testo originale. 3

Gli Annali di bambù sono uno dei più importanti testi antichi ai primi di Cina, insieme ad altri come lo Zuo Zhuan , Shujing e successiva Shiji .

Versione moderna

La nuova versione appare tra il tardo Yuan e il Medio Ming . Non è stato considerato autentico dalla dinastia Qing , tra gli altri, a causa del fatto che esiste una data negli anni di King Zhou . Yao Zhenzong (姚振宗) propose Fan Qin (范钦) dell’era Jiajing (嘉靖1521 – 1566 ) come autore. Comunque, Lushi (路 史 • 国 名 纪) Luo Mi (罗 泌) contiene presto brani della canzone del Sud , quindi avrebbe potuto essere scritto prima. Alcuni studiosi, come Li Chen(陈 力) dell’Università del Sichuan e sinologi americaniCredono che questa versione non possa essere respinta leggermente. Edward L. Shaughnessy , ad esempio, sostiene che è essenzialmente il testo scoperto risalente al terzo secolo , e che non si trovava in due documenti nella tomba, e tratta solo degli stati di Jin e Wei , uno di Xia, Shang e Zhou, in cui sono stati mescolati nelle trascrizioni. 4 D. Nivison, nel frattempo, considera la porzione estendentesi da 1558 – 1554 a . 771 C. . ( King Cheng Tang da Shang a King You di Zhou ) è autentico. 5

Vedi anche

  • Eruzione minoica
  • Shujing
  • Chunqiu
  • Shiji
  • Huangdi
  • Xia Dynasty
  • Dinastia Shang
  • Zhou Dynasty

Riferimenti e note a piè di pagina

Note esplicative
Le note
  1. Torna all’inizio↑ David S. Nivison (1993), “Chu shu chi nien”, in Loewe M. (a cura di): Primi testi cinesi: una guida bibliografica (pp. 39-47). Berkeley: Society for the Study of Early China, 1993.
  2. Torna all’inizio↑ Keightley, David N. (1978). «The Bamboo Annals and Shang-Chou Chronology». Harvard Journal of Asiatic Studies 38 (2): 423-438. JSTOR  2718906 .
  3. Torna all’inizio↑ Shaughnessy, Edward L. (1986). «Sull’autenticità degli annali di bambù». Harvard Journal of Asiatic Studies 46(1): 149-180. JSTOR  2719078 .
  4. Torna all’inizio↑ HJAS 1986
  5. Torna all’inizio↑ Nivison La chiave della cronologia delle tre dinastie: gli annali di bambù in “testo moderno” , documenti sino-platonici 93, 1999, 68 pp.
bibliografia
  • James Legge (1865), The Chinese Classics, volume 3, parte 1 , Prolegomena capitolo 4 “The Annals of the Bamboo Books”, pp. 105-188, include la versione “nuova” degli annali in cinese e in inglese.
  • Nivison, David S., ‘Chu shu chi nien’ in: primi testi cinesi. Una guida bibliografica (Loewe, Michael, ed.) P.39-47, Berkeley: Society for the Study of Early China, 1993, ISBN 1-55729-043-1 .
  • Shaughnessy, Edward L., “The Editing and Editions of the Bamboo Annals”, in: ibid , Riscrivere i primi testi cinesi , Albany (State University of New York Press) 2006, ISBN 0-7914-6643-4 .
  • Nivison, David S. (倪德 衛), L’enigma degli annali di bambù (竹 書 紀年 解 謎), Taipei (Airiti Press Inc.) 2009, ISBN 978-986-85182-1-6 . Per il contenuto sanmin.com.tw , Airiti Press , Amazon o ebook , o per un riassunto scritto di Nivison stesso qui .
  • SHAO, Dongfang (邵 東方), riflessione critica sui dibattiti attuali su The Bamboo Annals, Taipei (Airiti Press Inc.), ISBN 978-986-85182-9-2 . Per il contenuto Airiti Press , Sanmin.com.tw o Ebook .
  • Nivison, David S., “The Dates of Western Chou”, in: Harvard Journal of Asiatic Studies 43 (1983) p. 481-580.
  • Nivison, David S., La chiave della cronologia delle tre dinastie. Il “Modern Text” Bamboo Annals , Philadelphia (Dipartimento di Studi asiatici e mediorientali, Università della Pennsylvania) 1999, Carte sino-platoniche 93 . Clicca qui per il sommario.
  • Shaughnessy Edward L., “Sull’autenticità degli annali di bambù”, in: Prima di Confucio. Studi nella creazione dei classici cinesi , Ithaca (SUNY Press) 1997, ISBN 0-7914-3378-1 , pp.69-101, Fare clic qui .: Anche pubblicato in: Harvard Journal of Asiatic Studies vol. 46 (1986), pp. 149-180.
Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *